Dati Tecnici

CORAL FAST ” COME UN TRENO” IL MARTINI ELEGGE TROPICAL SONG

Postato il

coral2

Giovedì sera si iniziava ad entrare nel vivo della stagione, come sempre solita vasta cornice di pubblico, sugli spalti dell’impianto marchigiano. Il centrale della serata era il Memorial Adriano Diamanti(ex Romano Marcelletti), corsa più importante della stagione per il cavalli di tre anni. La vittoria è andata a Coral Fast E Gian Pasquale Fois, con il più classico dei “COAST TO COAST”, primo giro di tutto comodo, per poi andare giocare in lungo anticipo, prendendo 7/8 lunghezze di vantaggio, l’unica a risalire dal gruppo è stata Payout, che ha provato a ricucire il gap tra se e la leader, tentativo reso vano, perché Coral Fast ha mantenuto 3 lunghezze fin sul palo rispetto all’avversaria, che nonostante abbia fatto ben 3 corse in 14 giorni, è andata fortissimo, terza a distanza conclude Bridge Focuswish. Il sottoclou Memorial Franco Martini, corsa bellissima sotto il punto di vista tecnico, ma lo è stato anche il pista, con una prestazione maiuscola, per Tropical Song e Manuel Porcu, che con questa vittoria ha staccato il pass per 16 Agosto in vista del Gran Premio Città di Corridonia. Calipso Music si prendeva, il compito di portare a spasso la compagnia, Beff Bar al suo esterno e Tropical Song a rimorchio, il favorito di Multicolours in quarta posizione. Ai 400 finali, Tropical va all’attacco del battistrada, passando in vantaggio, trascinandosi Multicolours. Dirittura a fruste alzate, con “Tropical”, che ha avuto un cambio di azione terrificante, Multicolours ci ha provato ma si è dovuto inchinare al vincitore, comunque sono stati 200 metri da cardiopalma. Il premio Falegnameria Luciani, handicap sul chilometro, il successo è andato di un baffo a Romanian Boy e Giuseppe Ercegovic, vincendo il terzo handicap di fila nella stagione. La corsa non gli è venuta benissimo al figlio di Kheleyf, gli si è aperto un varco sulla curva conclusiva, buttandosi tra Main Street e Wandlimb, dirittura d’arrivo, spalla contro spalla tra il Romanian e Wandlimb, sul palo c’è una corta testa a favore del portacolori fucsia-nero, alla fine Main Street mantiene la terza piazza. In apertura, pennellata di Gabriele di Gennaro e Racemifera, terza vittoria consecutiva, da quando è stata acquistata dal nuovo team; Al kibir ha provato a metterla in difficoltà, ma è stato raggiunto a 100 dal palo dalla figlia di Mayson, che al momento è una delle cavalle più in forma nel panorama nazionale, la trio vincente è chiusa da Rycus. Il premio New York, colpaccio di Halo’s Flower e Mario Sanna, cavallo che sul dirt, si è trovato a meraviglia, Holy Richard, finalmente sembra essere tornato sui suoi standard, buono il finale di Brema, che ha trovato l’azione giusta troppo tardi prendendo soltanto un terzo posto.

Marco Marinangeli

Annunci

PARANORMAL BEAUTY LA VOLTA BUONA

Postato il

paranormal

Giovedì sera, molto caldo al Martini, ma con tutti gli ingredienti per passare una bella serata all’ippodromo, come sempre gli spalti gremiti aggirandosi intorno alle 3000 mila presenze. Il Memorial David Marinucci se lo aggiudica Paranormal Beauty e Germano Marcelli, con un po’ di fortuna si è aperto un varco interno ai 500 finali, che ha giovato a  favore della vincitrice, prendendo tutti in controtempo, con un solo scatto ha guadagnato 5 lunghezze, che ha potuto gestire fin sul palo; secondo Inventi che ha fatto un vero è proprio corsone, la Tris vincente è chiusa da Dunaway. Doppio a seguire per il fantino spoletino, che in chiusura nel Memorial Roberto Rampichini, ha portato alla vittoria, Mighty Jungle (per la gioia del team locale), centellinata nel migliore dei modi, li ha messi tutti nel sacco, Incelebry , la corsa non gli si è messa benissimo, ha mosso in tersa corsia, ma quando ormai la vincitrice era imprendibile, Mrs Galloway, non ha trovato il varco per venire a correre, quando lo ha fatto è riuscito a prendere il gradino più basso del podio. In apertura di convegno, passeggiata di salute per Payout e Cristian Di Napoli, sono state ben 13 le lunghezze rifilate ai suoi avversari, Stormy Heaven, dopo una corsa alla avangurdia, tiene il posto d’onore, nei confronti di Insert Coin. A metà convegno, canter di salute per Romanian Boy e Giuseppe Ercegovic che il sella ha fatto il passeggero, impressionante la superiorità messa in campo del figlio di Kheleyf, Wandilmb, corre molto bene facendo un bel finale ad effetto, ottima la prestazione per Miss Dorenice, rivista al meglio sul chilometro spaccato. La seconda corsa, ha visto il bel primo piano, per Al Kibir e Francesco Dettori, classico “coast to coast” per il figlio di Gladiatorus, Aubertin, prendo il secondo a discapito di Rycus. Vi aspettiamo Giovedi 26 Luglio, con uno degli appuntamenti clou della stagione.

Marco Marinangeli

IL GENERALE LI METTE TUTTI IN RIGA

Postato il

magus

Giovedì sera al Martini , come sempre una vasta cornice di pubblico, che si aggirava intorno alle 3000 mila presenze, molte famiglie, bambini e appassionati ippici.Il centrale della serata, il premio Cook Parrucchieri Hair Spa, se lo aggiudica General Marius e Germano Marcelli, punta di velocità ai 400 finali, prendendo chiaro margine, un po’ in affanno nel finale, ma si salva dal finale per vie interne di Bridge Focuswish, il suo jockey ha avuto problemi con la sella, correndo tutta la gara con la sella girata, da rivedere alla prossima uscita, terza dopo un recupero perdifiato Payout, che ha pizzicato a fil di palo Iunia. Il sottoclou,  Memorial Leonardo Forconi, la vittoria è andata a Excellent Jack, che dopo due secondi nell’annata  è riuscito a colpire, con il più classico “coast to coast”, in un amen prende il comando e mette  subito remi in barca, giro di conserva, poi lunga accelerazione, per isolarsi facile verso il traguardo, perfetto Cristian Di Napoli  in sella, la lotta per il podio la vince Paranormal Beauty a vantaggio di Aubertin. La vendere, sui 1350, ancora un volta a stupire tutti è stato Rakmaninov, arrivato a 11 primavere sulle spalle, ha passeggiato sulla pista, battendo Kaffedan(favorito al 60%). Nonostante fosse al rientro, ha dimostrato una superiorità assoluta, mettendosi subito a sinistra del battistrada, per passare in vantaggio all’ingresso della curva conclusiva e staccando ancora netto nel finale, diciannovesima vittoria per lui sul dirt marchigiano, Kaffedan, non al massimo della forma nel periodo, termina secondo, Bridge Ghostly, chiude il podio. In apertura, la prova per i Gr/Am, il successo è andato a Racemifera e Gabriele di Gennaro, che hanno anticipato, fino dal primo metro il favorito Galateo D’Arcadia; ai 300 finali, i due si sono staccati in lotta, duello a fruste alzate per tutto il rettilineo finale, Racimifera alla fine salva una lunghezza, sull’avversario, che ha trovato un po’ breve i 1750, terzo a distanza Monna Valley. Chiusura con il botto, Ektifaa e Alessio Satta, vincono alla quota di 24,42, un vero e proprio assolo per la figlia di Mawatheeq, che in un solo scatto, ha messo in cassaforte un bel primo piano, otto le lunghezze che la separano, da Il Mitico Pera che giunge secondo, la volata per il terzo posto, va a favore di Mildura che chiude una trio, da  € 1.763,45.

Marco Marinangeli

Buona La Prima

Postato il

piz

Si e’ riaperta la stagione all’Ippodromo Martini di Corridonia,non senza novita’.La prima riguarda il numero delle corse 5 e non piu’le canoniche 6,per via della riduzione del montepremi,ma soprattutto sono 10 le giornate che ci sono state concesse 5 in meno rispetto alla stagione 2017 e sperando che nel mese di settembre ci sia la possibilita’di avere qualche giornata. Nei mesi di luglio e agosto si correra’ tutti i giovedi’in notturna a partire dalle 21.15 circa. Il convegno di lunedi , ben riuscito con un ottimo numero di partenti, il clou della serata era il Memorial Delio Canullo,uno dei personaggi piu’ importanti dell’ippodromo, socio fondatore del Comitato Corse ippiche. Erano 8 in partenza,dopo le defezioni di Porta Ferrea e quella dell’ultimo minuto di flash Lucky, la distanza nei 1350 mt, corsa riservata agli anziani, vince alla grande dimostrando una disarmante superiorita’, Piz Bernina,che in appena 4 tempi di galoppo ai 500 finali piazzava l’allungo decisivo e vinceva praticamente fermando dall’alto dei suoi 68 kg, classe immensa del figlio di Amadeus Wolf e interpretazione magistrale di Giuseppe Ercegovic. Per la piazza d’onore un ottimo Giolitti,che nonostante la distanza  un pochettino al limite, dimostra anche lui tutta la sua classe, nonostante i 10 anni,dopo una partenza non certo brillantissima ,piazza un poderoso spunto, terminando secondo dietro al fenomeno di Sorbino, terzo e’ Aubertin che ha impressionato nelle mani di Dario di Tocco quarta la sorprendente L’immensita’,partita malissimo e finisher fulminante,occhio per la prossima. La serata  si apriva col premio San Siro,corsa riservata ai cavalli di 3 anni,sulla distanza dei 1350 mt,erano in 8 al Via,i favori del pronostico erano tutti per l’allieva di Mario Massimi, Dolce Amira e difatti non tradisce le attese passeggiando sugli avversari, cavalla di stampo superiore montata peraltro da un Ercegovic in grande forma, doppio in serata per il fantino romano. Per la seconda moneta un ottimo Silent Arrow, partito molto bene e finito benissimo anche lui all’epilogo, la prossima potrebbe vincerla, terza è la locale Insert Coin positiva al debutto nel nostro ippodromo, al termine di una rincorsa a perdifiato, quarta un ottima Iunia. la seconda corsa il sottoclou della serata il Memorial Gilberto Accorsi, riservata agli anziani sulla distanza dei 1750 mt, ben 10 i partecipanti al via,il massimo per l’anello del Martini. Handicap riuscito veramente molto bene con parecchia qualita’,vince impressionando il toscano Inventi, sotto la regia di un superbo Mario J.Sanna, dimostrando una grande adattabilita’ al tracciato, e soprattutto l’ottimo stato di forma, sul podio anche Paranormal Beauty sempre positiva l’allieva di Iacopo Bindi, che non appena rivede Corridonia si trasforma, conclude bene anche il top weight della corsa Smalto,che ha pagato il pesone 64 kg e il metraggio un po corto, da rivedere sul doppio chilometro. La terza corsa il premio San Rossore,vedeva all’opera i Gentleman, Riders,Amazzoni,e Patentati Fise, anche qui 8 al via dopo 2 defezioni,di Rycus e No way out. Vince finalmente la locale Serrapetrona,  pazzesca la rincorsa dell’allieva di Paolo Falcitelli, che all’ingresso della dirittura d’arrivo finisce a velocita’ tripla, battendo un ottimo Al Kibir, interpretazione a dir poco perfetta quella di Marcello Giordani, terzo finisce Noutouchnow. L’ultima della serata era il premio Capannelle una vendere sui 1000 mt, anche qui gabbie piene, la favorita Main Street, nonostante i 9 mesi di inattivita’ non tradisce le attese, vincendo nel piu’ facile dei modi, partenza come sempre a razzo e vittoria di classe,per l’allieva di Quintili, ottimo secondo Excellent Jack, al termine anche lui di una rincorsa notevole dopo una partenza non proprio felicissima, chiude al terzo posto l’importata della scuderia di Pierdomenico  Check’Em Tusday,partita male ma finisce molto forte, occhio anche lei alla prossima. Vi diamo appuntamento a giovedi 5 luglio, per un’altra serata “spettacolo” di corse .

SABATO 9 SETTEMBRE IN “NOTTURNA”

Postato il

DSCF1798

Comunichiamo che le corse del 9 Settembre 2017  sono posticipate in “notturna” , l’orario effettivo di inzio verrà comunicato venerdi 8 settembre dopo i partenti.