CORAL FAST ” COME UN TRENO” IL MARTINI ELEGGE TROPICAL SONG

Postato il

coral2

Giovedì sera si iniziava ad entrare nel vivo della stagione, come sempre solita vasta cornice di pubblico, sugli spalti dell’impianto marchigiano. Il centrale della serata era il Memorial Adriano Diamanti(ex Romano Marcelletti), corsa più importante della stagione per il cavalli di tre anni. La vittoria è andata a Coral Fast E Gian Pasquale Fois, con il più classico dei “COAST TO COAST”, primo giro di tutto comodo, per poi andare giocare in lungo anticipo, prendendo 7/8 lunghezze di vantaggio, l’unica a risalire dal gruppo è stata Payout, che ha provato a ricucire il gap tra se e la leader, tentativo reso vano, perché Coral Fast ha mantenuto 3 lunghezze fin sul palo rispetto all’avversaria, che nonostante abbia fatto ben 3 corse in 14 giorni, è andata fortissimo, terza a distanza conclude Bridge Focuswish. Il sottoclou Memorial Franco Martini, corsa bellissima sotto il punto di vista tecnico, ma lo è stato anche il pista, con una prestazione maiuscola, per Tropical Song e Manuel Porcu, che con questa vittoria ha staccato il pass per 16 Agosto in vista del Gran Premio Città di Corridonia. Calipso Music si prendeva, il compito di portare a spasso la compagnia, Beff Bar al suo esterno e Tropical Song a rimorchio, il favorito di Multicolours in quarta posizione. Ai 400 finali, Tropical va all’attacco del battistrada, passando in vantaggio, trascinandosi Multicolours. Dirittura a fruste alzate, con “Tropical”, che ha avuto un cambio di azione terrificante, Multicolours ci ha provato ma si è dovuto inchinare al vincitore, comunque sono stati 200 metri da cardiopalma. Il premio Falegnameria Luciani, handicap sul chilometro, il successo è andato di un baffo a Romanian Boy e Giuseppe Ercegovic, vincendo il terzo handicap di fila nella stagione. La corsa non gli è venuta benissimo al figlio di Kheleyf, gli si è aperto un varco sulla curva conclusiva, buttandosi tra Main Street e Wandlimb, dirittura d’arrivo, spalla contro spalla tra il Romanian e Wandlimb, sul palo c’è una corta testa a favore del portacolori fucsia-nero, alla fine Main Street mantiene la terza piazza. In apertura, pennellata di Gabriele di Gennaro e Racemifera, terza vittoria consecutiva, da quando è stata acquistata dal nuovo team; Al kibir ha provato a metterla in difficoltà, ma è stato raggiunto a 100 dal palo dalla figlia di Mayson, che al momento è una delle cavalle più in forma nel panorama nazionale, la trio vincente è chiusa da Rycus. Il premio New York, colpaccio di Halo’s Flower e Mario Sanna, cavallo che sul dirt, si è trovato a meraviglia, Holy Richard, finalmente sembra essere tornato sui suoi standard, buono il finale di Brema, che ha trovato l’azione giusta troppo tardi prendendo soltanto un terzo posto.

Marco Marinangeli

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...